Vini di Spagna
El Hierro

EL HIERRO D.O.P.

Di fronte all'immensità dell'Oceano Atlantico, l'isola di El Hierro, la più occidentale e meridionale delle isole che formano l'Arcipelago delle Canarie, emerge dalle profonde acque come un'enorme bastione di forme che suggeriscono la luna crescente.

Isola di grande altitudine media, con una superficie di 287 km2, arriva a 1.500 m. nelle vette più alte. La sua accidentata topografia, di coste a picco sul mare, senza quasi insenature e spiagge, è difficilmente raggiungibile.

Il terreno, di recente vulcanismo, è molto poroso, impedendo la formazione di torrenti e la nascita di sorgenti. Pertanto, anche se le caratteristiche climatiche sono simili a quelle di altre isole occidentali, influenzate dai venti umidi alisei, El Hierro è secca e arida. Questo non impedisce, tuttavia, l'esistenza di praterie e zone forestali ne' l'esistenza di un vigneto che ha origine nei primi tempi della conquista spagnola.

La vite occupa attualmente più di 500 ha. di superficie, estesa fra i 200 e i 700 m. di altitudine, su terreni accidentati di ripide pendenze. In altre zone, il suolo appare coperto da uno strato di lapilli, che proteggono la vite dall'intensa evaporazione e permettono l'assorbimento dell'umidità notturna.

La coltivazione del vigneto è localizzata in una serie di macchie isolate. La più estesa è la zona di El Golfo, nella cavità che forma l'isola a Nordovest, corrispondente al municipio di Frontera. Qui il vigneto si estende ai piedi di un enorme faraglione di pietra. Nel punto più occidentale di questa zona ne troviamo un'altra molto più piccola, La Sabinosa, produttrice di vini dolci (Vino de las Vetas).

A Sudest dell'isola si trova la zona di El Pinar, più alta e fertile. Vicino alla capitale, Valverde, appare la zona di Echedo, a Nordest dell'isola, dove i terreni sono coperti da lapilli.

In tutte le zone predominano i vitigni bianchi, Listán e Vijariego. I rossi, in minoranza, sono soprattutto il Listán Negro (Negramuelle nella terminologia locale) e il Mulata (Negramoll).

Si elaborano, con moderna tecnologia, vini bianchi corposi, di nerbo e gran personalità. Rosati freschi e fruttati, di riflessi aranci e vini rossi, d'intensa colorazione, robusti, potenti e caldi in bocca.