Vini di Spagna
Ribeira Sacra

RIBEIRA SACRA D.O.P.

Nel Sud della provincia di Lugo e a Nord di Orense, nella Galizia interna, accompagnando l'aureo Sil da Montefurado (dove i romani obbligarono un fiume ad attraversare la montagna), fino alla sua unione con il Miño nei Peares e da qui risalendo il corso di questo fiume fino ai pressi di Portomarin, una serie di piccole zone vitivinicole si succedono, come perle infilate in una splendida collana, costituendo la Denominazione di Origine Ribeira Sacra.

Territorio di grande bellezza, personalità e ricchezza culturale e storica, circondato da numerosi esempi dello stile architettonico romanico che ha saputo trasmettere ai suoi vini, da un passato remoto, gli elementi qualitativi e singolari di cui è provvisto, dando luogo a produzioni di grande interesse ed attrattiva.

Con i sufficienti elementi ecologici e vitivinicoli comuni per costituire una Denominazione di Origine, le zone che la integrano mantengono peculiarità intrinseche che giustificano la condizione di sottozone definite. Seguendo l'itinerario fluviale sopraindicato, incontriamo le sottozone di Quiroga, Amandi, Chantada e Ribera del Miño a Lugo e Ribera del Sil a Orense.

Il vigneto, tranne che nella Sottozona di Quiroga dove la valle è più aperta, occupa le ripide coste ("ribeiras") degli incuneati fiumi, dove si coltiva a bancali di ridotte dimensioni, molte volte inverosimili, originando una viticultura che qualcuno ha giustamente definito come "eroica".

In questi suoli, molte volte di origine antropico, non esiste uniformità se non nella comune reazione acida e buona fertilità.
Il Sil costituisce la frontiera tra le aree climatiche mediterranea ed atlantica. Nella valle del Miño, con precipitazioni medie annuali di 900 mm e 13,9° C di temperatura media, predominano gli elementi climatici atlantici, mentre nel Sil (700 mm e 13,2° C) si mescolano fra di loro le due influenze.

Negli stretti bancali si coltiva il vigneto a "candelabro", con qualche esempio di spalliera e pergolato nelle altitudini inferiori ai 400 m.s.l.m.

Predominano i vitigni rossi, tra i quali spicca l'eccellente Mencia, autentica pietra miliare della viticultura della "Ribeira Sacra"; molto meno estesi appaiono Brancellao e Merenzano. La Garnacha Tintorera, autorizzata con carattere temporaneo, ha scarsa presenza.
Le bianche, in minoranza, sono rappresentate dalle eccellenti Godello, Treixadura e Albariño.

I più famosi vini della zona sono i rossi Mencia, giovani di color porpora o granato, di intenso e personale bouquet, con un'aroma di mora e lampone. Corposi ma eleganti e leggeri in bocca, con acidità e tannini adeguati, freschi e vivaci.

Nei bianchi spiccano interessanti produzioni monovitigno di Albariño, Godello e Treixadura, con un aroma intenso e fruttato, fresco e gustoso.